Sei negli itinerari:

BLOG

Caricamento...
NEWS
Caricamento...
icona icona icona

SCOPRI GLI ALTRI SOCIAL IN INGLESE

icona icona icona icona icona icona icona icona

Mugello

Grandi salite e parchi di montagna: ma anche una rete di percorsi a misura di famiglia

Mugello
Sui crinali dell’Appennino, quasi schiacciato lungo i confini nordorientali della Toscana, il Mugello offre possibilità di incursioni cicloturistiche per tutti i gusti. A patto, ovviamente, di avere abbastanza gamba, visto che il territorio è prevalentemente collinare e montuoso.
Non a caso il Mugello, la valle solcata all’alto corso del fiume Sieve, a nord est di Firenze, è una delle destinazioni preferite dai grimpeur, gli amanti delle salite, anche se non mancano itinerari a misura del cicloturismo familiare.

Mentre gli scalatori preferiranno sfidarsi sul passo della Futa, scenario di tante battaglie anche al Giro d’Italia, i cicloturisti sceglieranno la storica cittadina di Vicchio come punto di partenza per un’escursione alla scoperta delle colline mugellane. Qui, nel 1267, nasceva un artista destinato a segnare la storia della pittura italiana: Giotto. Le sue opere furono una vera rivoluzione, l’addio alle linee uniformi e astratte dello stile bizantino per un senso più spiccato dei volumi e dello spazio, così da dare maggior risalto alle emozioni umane. Attivo soprattutto a Firenze, Assisi, Padova e Napoli, lasciò traccia della sua opera anche nel Mugello: nella Pieve di Borgo San Lorenzo è ancora conservata una sua Madonna col bambino.

Prima del viaggio è consigliabile consultare il sito Mugello in Bike (www.mugelloinbike.it), un ottimo punto di riferimento per informazioni a 360 gradi: offre spunti, itinerari (anche tagliati su misura sulla bicicletta), un calendario sempre aggiornato sulle manifestazioni ed è una miniera di consigli pratici e numeri utili.