Toscana events

BLOG

Caricamento...
NEWS
Caricamento...
icona icona icona

SCOPRI GLI ALTRI SOCIAL IN INGLESE

icona icona icona icona icona icona icona icona
Indietro
Da
venerdì
2
giugno2017
image
Dove
Forte Belvedere
Via di San Leonardo, 1
Firenze
Quando
Da: 02/06/2017
a: 01/10/2017

evento mostre

Mostre

CondividishareNew
preferiti
Articolo aggiunto ai preferiti

[call to action: per usare le Wishlist è necessario scaricare l’app travel intoscana]

'Ytalia': 12 maestri dell'arte contemporanea italiana in mostra a Firenze

Dal 2 giugno al primo ottobre Firenze sarà invasa dalla mostra collettiva sull'arte italiana ideata e curata da Sergio Risaliti

Un enorme scheletro di 24 metri, color bianco latte, adagiato sulla schiena accoglierà i visitatori all'ingresso di Forte Belvedere. È "Calamita Cosmica" la spettacolare opera di Gino De Dominicis che fa parte della mostra "Ytalia Energia Pensiero Bellezza. Tutto è connesso" che porterà nella città di Firenze oltre cento opere di dodici grandi maestri dell'arte contemporanea italiana. Gli artisti Giovanni Anselmo, Marco Bagnoli, Domenico Bianchi, Alighiero Boetti, Gino De Dominicis, Luciano Fabro, Jannis Kounellis, Mario Merz, Nunzio, Mimmo Paladino, Giulio Paolini e Remo Salvadori esporrano oltre che al Forte Belvedere anche altre importanti sedi museali cittadine tra cui: le Gallerie degli Uffizi, Palazzo Vecchio, Palazzo Pitti, il Giardino di Boboli, la basilica di Santa Croce, il Museo Novecento e il Museo Marino Marini. "Percorrendo l'itinerario della mostra da Santa Croce agli Uffizi, fino a Palazzo Pitti e al Museo Novecento - ha dichiarato il curatore Sergio Risaliti - il visitatore si ritroverà dentro la grande storia dell'arte italiana, da Cimabue ai giorni nostri. Il titolo 'Ytalia' rimanda a Cimabue che l'aveva scritta così nelle volte della Basilica superiore di Assisi a margine di una rappresentazione dell'antica Roma". Alcuni tra gli artisti presenti in mostra hanno realizzato instalalzioni site specific pensate appositamente per i luoghi prestigiosi e pieni di storia che le ospiteranno. Marco Bagnoli ha posizionato sul retro del Forte Belvedere "Noli me tangere" fontana realizzata con marmo puro di Carrara. Le opere di Mimmo Paladino e Nunzio dialogheranno con quelle di Marino Marini nell'omonimo museo fiorentino. "Senza titolo" di Jannis Kounellis artista recentemente scomparso sarà esposta nella sala dei Gigli a Palazzo Vecchio vicino alla Giuditta e Oloferne di Donatello. Sei Kilim e due delle celebri Mappe di Alighiero Boetti saranno collocate nella Sala delle Nicchie in Palazzo Pitti. Due nuove sculture di Remo Salvadori saranno sui bastioni del Forte Belvedere e forme geometriche di piombo, rame, stagno e argento saranno installate sulle quattro pareti della Palazzina del Buontalenti. Nella Cappella dei Pazzi a Santa Croce troveranno posto "Spirato" di Luciano Fabro e "Particolare" di Giovanni Anselmo. Firenze diventerà un vero e proprio museo del contemporaneo a cielo aperto con opere diffuse nel centro storico della città, tra interno ed esterno, tra Medioevo e Rinascimento, tra musei e giardini, tra cappelle funerarie e spazi della vita politica, tra chiostri e cripte perchè "tutto è connesso". L'ingresso al Forte Belvedere prevede un biglietto intero di 3 euro e un biglietto ridotto di 2 euro dai 18 ai 25 anni, per i residenti della Città Metropolitana di Firenze e per i possessori del biglietto di uno dei musei coinvolti nel progetto Ytalia. L'ingresso è gratuito sotto il 18 anni e per i possessori della Firenze Card.