pitigliano
tufo

BLOG

Caricamento...
NEWS
Caricamento...
icona icona icona

SCOPRI GLI ALTRI SOCIAL IN INGLESE

icona icona icona icona icona icona icona icona

La Via Clodia in Toscana: le tappe di un antico percorso

Da Grosseto fino a Roma: itinerario nella natura e nella fede

trekking

di Marta Mancini


Camminare rende felici: aiuta a pensare, a riflettere e a trovare risposte. Chi ama mettersi in viaggio a piedi sicuramente conoscerà la famosa Via Francigena che, attraversando scenari mozzafiato, giunge fino a Roma, meta di spiritualità e dedizione.


Ma questo non è il solo collegamento che porta i pellegrini alla Città Santa. Aldilà delle Vie Romee, quelle che hanno inizio nel Nord Europa, possiamo contare anche sull’antica Via Clodia, un’arteria che parte da Grosseto, nella bassa Toscana, e arriva, appunto, alle porte del Colosseo.


Il tracciato – non sempre così definito – coincide in parte con quello della Cassia. Scopriamo meglio quali sono le sue tappe fino al confine con il Lazio.


Da Grosseto, la “capitale” della Maremma, si intraprende la strada fino a Istia d’Ombrone, un luogo in cui sono stati rinvenuti molti reperti archeologici dell’epoca etrusca. Dopodiché si giunge al borgo di Montorgiali, quindi Poggio Ferro, nato come villaggio di pastori nel comune di Scansano.


La tappa successiva ci porta a Saturnia, conosciuta per le sue meravigliose terme naturali all’aria aperta: un paradiso per chi, dopo aver camminato molti chilometri, ha bisogno di benessere. L’itinerario continua alla volta di Sovana, un piccolo centro che sorge tra le colline dell’area del Tufo.


Da qui si procede per Pitigliano, la “piccola Gerusalemme” italiana che, da sempre, ospita una grande rappresentanza della comunità ebraica. Oltrepassate le sorgenti della Nova, si entra nella regione laziale.