Villa Medicea La Petraia
villa medicea di Castello

BLOG

Caricamento...
NEWS
Caricamento...
icona icona icona

SCOPRI GLI ALTRI SOCIAL IN INGLESE

icona icona icona icona icona icona icona icona

Ville medicee in Toscana, viaggio nell'architettura del Rinascimento

Giardini e dimore del passato tutte da scoprire

Villa medicea di Poggio a Caiano

Le ville medicee rappresentavano la "reggia" periferica sul territorio amministrato dalla famiglia dei Medici, ma erano anche deputate alle attività economiche agricole dell'area. Le ville medicee sono quelle edificate dai Medici, concepite come massima espressione dell'architettura rinascimentale e barocca. Alla fine del Cinquecento il sistema territoriale delle ville, 17 le tenute principali, raggiunse una forte valenza economica e strategica. Le prime ville medicee sono quelle del Trebbio e di Cafaggiolo al Mugello, zona di origine dei Medici. Nel Quattrocento Cosimo il Vecchio fece edificare dal Michelozzo, le ville di Careggi e Fiesole, edifici ancora severi nelle forme, ma dove iniziano ad essere presenti degli elementi di svago: cortili, logge, giardini.
 

Da non perdere
La Villa Medicea La Petraia si trova nella zona collinare di Castello, in Via Petraia 40 a Firenze. E' una delle più belle e celebrate ville medicee, magnificamente collocata in una posizione panoramica che domina la città di Firenze. La villa è circondata da un bellissimo giardino: sul davanti, in posizione panoramica verso la città, ci sono i giardini formali, mentre sul retro si estende il grande parco all'inglese. Il pendio irregolare della collina fa sì che i giardini siano degradanti sulla città. Due grandi giardini dunque; a est il "prato della figurina" a ovest "piano di ponente" o "prato dei castagni.

Informazioni e consigli utili
Oggi le ville hanno varie destinazioni: alcune sono veri e propri musei come La Petraia, ad ingresso gratuito e prenotazione obbligatoria, sempre gratuita, o anche quelle di Poggio a Caiano di recente sede del Museo della natura morta. Altre sono occupate da istituzioni (come a Castello dove il giardino è un museo, mentre la villa è la sede dell' Accademia della crusca) altre ancora sono state vendute o affidate a privati, i quali le tengono per uso privato oppure le hanno destinate a cornice di eventi pubblici e privati. A queste vanno aggiunte tante altre secondarie, di interesse per lo più agricolo, per un totale di circa 27 ville vere e proprie. Lungo sarebbe invece l'elenco completo delle fattorie medicee e degli innumerevoli casine di caccia sparse in tutta la Toscana.