image

BLOG

Caricamento...
NEWS
Caricamento...
icona icona icona

SCOPRI GLI ALTRI SOCIAL IN INGLESE

icona icona icona icona icona icona icona icona

Carnevale dolcissimo in Toscana Tre ricette della tradizione

Dai Cenci fritti alle frittelle di San Giuseppe

di Ilaria Giannini


Carnevale: tempo di veglioni in maschera, sfilate di carri e baldoria… ma non solo! Per festeggiare ilMartedì Grasso in Toscana si preparano i dolci tradizionali del Carnevale, vi proponiamo tre ricette golose per portare lo spirito della festa più divertente dell’anno anche sulle vostre tavole.

 


1.
 I cenci fritti sono sicuramente il piatto del Carnevale per definizione: i rettangoli di pasta dolce fritta, ricoperta di zucchero a velo, sono deliziosi e semplici da preparare.
Unite a 300 grammi di farina due uova leggermente battute, 3 cucchiai di olio d’oliva toscano e 100 grammi di zucchero.
Lavorate la pasta finché non diventa liscia, poi stendete una sfoglia alta un paio di millimetri e tagliatela in rettangoli lunghi e stretti.
Friggete i rettangoli di pasta nell’olio caldo finché non diventano gonfi e dorati, poi scolateli e cospargeteli di zucchero a velo.

 

 

2. Un’altra prelibatezza tipicamente toscana sono le frittelle di riso di San Giuseppe, cucinate per la festa del papà e nel periodo del Carnevale. Ci vuole un po’ di tempo per prepararle, ma vale assolutamente la pena!
Lessate 500 grammi di riso in 250 ml di latte e 250 mln di acqua, insieme ad una stecca di vaniglia per insaporire, per una ventina di minuti, poi fatelo raffreddare bene.
Unite al riso tre uova, un bicchierino di rum o di vin santo, 100 grammi di zucchero, 2 cucchiai di farina, una scorza di arancia grattugiata e l’immancabile pizzico di sale. Lasciate riposare l’impasto per un’ora.
Tagliate dall’impasto delle piccole palline, lavorandole bene con le mani, e poi friggetele nell’olio bollente, finché non sono diventate di un bel marrone dorato. A questo punto basta una spolverata di zucchero (gramolato o a velo) e il dessert è servito! 

 


3. E per finire, vi consigliamo una ricetta toscana meno conosciuta, ma di antica origine, già citata addirittura nel Quattrocento: il berlingozzo, un dolce simile al ciambellone, si consumava in occasione dei festini del Giovedì grasso, che chiudevano le celebrazioni del Carnevale.
Sciogliete 100 grammi di burro in un bicchiere di latte, poi unitegli altri ingredienti: i tuorli di 4 uova, 300 grammi di zucchero, 400 di farina, una bustina di lievito e i semi di anice.
Aggiungete gli albumi delle uova ben montati a neve e un pizzico di sale.
Imburrate e infarinate una teglia a ciambella, con il buco nel mezzo, e stendete qui l’impasto, che deve cuocere per 40 minuti a 180°.

Offerte disponibili nei dintorniOfferte disponibili nei dintorni
Quando:
Da:26/set/2015 a: 31/dic/2017
Dove:
Piazza dei Priori 20 Comune:Volterra
Quando:
Da:01/gen/2017 a: 31/dic/2017
Dove:
Talamone Comune:Orbetello
Quando:
Da:01/gen/2017 a: 31/dic/2017
Dove:
Largo Percy Bysshe Shelley, 22 Comune:San Giuliano Terme
VEDI TUTTE